Settembre Angelo 60 Anni - Amici in movimento GliAmiciDellAngelo

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Settembre Angelo 60 Anni

Archivio fotografico > 2013

Passiamo al menù
Volevamo fare il digiuno per la pace (che è una cosa seria) ma potevamo buttare via tutto?
Con estrema fatica ci siamo sacrificati.

La squadra in campo:
Ugo:  Coniglio arrosto alla Bergamasca (senza pelliccia)
Stefano:Coniglio in porchetta (senza pelliccia)
Roberto:Pastin alla griglia, sotto la pioggia
Adolfo:  Strudel di fichi e noci, i suoi fichi
Patrizia:Peperonata, polenta, torta di polenta e osei
Mari: Zucchine grigliate alla menta
Cinzia:Tiramisù Imperiale
Ida: Verdure alla San Damianese e Gongonzola della Brianza
Eli: Peperoni, pomodori e zucchine ripiene
Stefi: Polenta alla griglia, vino rosso, bianco e spumanti  

Come scrisse un' artista vissuta circa quattrocento anni fa in Brianza:
Magari non saranno piatti ricercati, cotti a puntino, piccanti piccanti, conformi alle tue dosi, curati nei minimi dettagli ma l’ingrediente più prezioso, che non mancherà certamente, è il nostro affetto e la nostra amicizia.

I regali
Minerale Pineta gran riserva “Ghisa” con tappo in oro zecchino. Ne esistono tre esemplari,  una è custodita nei musei Vaticani la seconda è in una teca anti proiettile al Louvre, la terza è quella regalata all’Angelo.
A fianco due bottiglie del 2007 una di Barbaresco e l’altra di Amarone della Valpolicella.


Bellissimo colbacco originale appartenuto ad un Moschettiere del Duce e realizzato dalla sartoria "Mutinelli" di Milano in tela Rossa e vera pelliccia di lapin. Introvabile.
Mantella con zip anti vento e anti acqua di colore rosso, modello Giuditta.

Rarissima collezione di icone dipinte a mano da una certa “C. Marta” vissuta in un paese della Brianza
(il primo) circa quattrocento anni fa. Si vocifera che l’artista dipingesse nuda.

Domenica 8 Settembre 2013
Nonostante le previsioni non siano rassicuranti alle 8 circa sotto casa dell’Angelo
Destinazione La Baita di Pat&Ugo.
Si festeggiano i 60 anni dell’Angelo il tempo è irrilevante.
È tutta la settimana che la macchina organizzativa non si è fermata un solo istante e siamo convinti di aver colpito nel centro (del cuore di Angelo).

Arriviamo al parcheggio dove Ugo ci aspetta, è salito in MTB sabato pomeriggio dormendo in baita.
Montiamo gli scarponi, ci carichiamo delle provviste e cominciamo a salire.
Arrivati a destinazione ci preoccupiamo di posizionare il gazebo i tavoli le sedie, siamo in 14.
Cominciano i preparativi, ore 12,45 tutti a tavola.


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu